fbpx

Agevolazioni per aprire un bed and breakfast

 

La decisione di voler sfruttare al meglio gli spazi inutilizzati nel tuo appartamento ti ha portato a pensare di aprire un b&b? Ottima idea, avere un guadagno extra a disposizione fa sempre comodo in tempi di crisi. Ti sarai poi giustamente chiesto: “esistono delle agevolazioni per aprire un bed and breakfast?” La risposta è “No, a meno che tu non voglia aprire un affittacamere”.

Il discorso che affronteremo è più articolato di quello che sembra e cercheremo di spiegarti il perché.

 

Bed and breakfast o Affittacamere

Prima di tutto dobbiamo fare una distinzione tra b&b ed affittacamere. Queste attività sono entrambe regolate da leggi regionali, ma differiscono dal punto di vista fiscale:

  • Bed and breakfast: è un’attività che non viene considerata imprenditoriale, ma di integrazione al reddito familiare. Una sorta di secondo lavoro che, in quanto tale, non richiede l’apertura della partita Iva. Deve essere svolta in maniera saltuaria, ovvero il servizio alberghiero deve venire offerto limitatamente per un numero stabilito di giorni l’anno.
  • Affittacamere: per esercitare questa attività è necessaria l’apertura della partita Iva. Il numero di ospiti che può accogliere è maggiore e l’attività può essere esercitata tutto l’anno.

La distinzione appena fatta è dunque necessaria per capire la fondamentale differenza che c’è tra le due attività: la partita Iva. È proprio la partita Iva la discriminante per ottenere i finanziamenti.

 

Agevolazioni e Finanziamenti

Come ti abbiamo già detto non è possibile accedere a finanziamenti o agevolazioni per aprire un bed and breakfast, ma perchè?

I finanziamenti a fondo perduto rivolti a strutture ricettiva extra-alberghiere sono riservati ad attività di tipo imprenditoriale, e quindi agli affittacamere. Il fatto che i bed and breakfast non siano considerati attività di impresa comporta l’esclusione dalle agevolazioni.

Ci sono casi in cui le regioni italiane mettono a disposizione agevolazioni per aprire un bed and breakfast ma, il più delle volte, si tende comunque a favorire le vere e proprie attività di impresa. Dunque, la partita Iva rimane sempre un requisito fondamentale per accedervi.

 

In conclusione

La scelta di aprire un b&b o un affittacamere deve essere fatta in maniera oculata, tenendo in considerazione oneri ed onori relativi alla partita Iva.

Sicuramente i bed and breakfast hanno una più agile apertura e gestione burocratica rispetto all’affittacamere ma non consentono l’accesso a finanziamenti (a riguardo ti consigliamo il nostro articolo su come aprire un b&b: https://www.bnbsolution.it/come-aprire-un-bed-and-breakfast/).

 

E’ meglio sorbirsi molta meno burocrazia senza però aver la possibilità di accedere ai finanziamenti oppure accedervi sapendo di dover sostenere una serie di costi legati alla partita Iva? A te la scelta.

Aggiungi commento

© 2018. Tutti i diritti riservati a bnbSolution.it  brand vescbnb srls p.iva 13857071008  - Realizzato da strumenti4web

bnbSolution
WhatsApp Il nostro WhatsApp